giovedì 28 novembre 2013

Pentola di terracotta, coccio, marmitta, olla, pila o pignatta

Pentola-di-terracotta-coccio-marmitta-olla-pila-pignatta
Chiamatela come volete, oggi parliamo della mitica pentola in terracotta.

La prima cosa che salta all'occhio è la sua bellezza che ci ricorda il passato, infatti è sicuramente uno dei metodi di cottura più antichi che esiste, si può usare con il fornello a fuoco vivo (avendo l'accortenza di utilizzare uno spargifiamma per i pignoli) in forno o addirittura nel microonde, ma quest'ultimo lo sconsiglio perchè poco romantico.

Ideale per le cotture lunghe come legumi, cereali integrali, stufati, minestroni, zuppa, polenta o il coniglio all'ischitana tanto per citarne alcuni.
Perchè ci possiamo fare praticamente di tutto?
La risposta è semplice, per la forma pentola e per il materiale che solitamente è creta chiamata "pirofila", cioè "amante del fuoco", a differenza di tutti i metalli che assorbono rapidamente il calore, e altrettanto rapidamente lo trasmettono al cibo, la terracotta funziona come un isolante: si scalda molto lentamente, e cede molto lentamente il calore che ha assorbito. Questo evita sbalzi di temperatura, per cui è importante che il riscaldamento iniziale sia graduale.
pentola-terracotta
Ricordiamo che per questo motivo la pentola una volta lontana dal fuoco continua a cuocere, quindi occhio ai tempi di cottura.
Le caratteristiche di una pentola di terracotta sono la smaltatura, non usare una pentola di terracotta non smaltata e porosa perche’ assorbe e quindi non particolarmente igienica.
Sono da scartare anche le terracotte smaltate con vernici troppo colorate, possono essere a base di piombo. 
Ci sono vari modi per preparare una pentola di terracotta nuova, immersione in acqua per una notte, far bollire con acqua e aceto, aglio ecc. Ma seguire le istruzioni del fabbricante o del negoziante è la cosa migliore. 
Quindi o pentola di terracotta, coccio, marmitta, olla, pila o pignatta, qualsiasi sia il nome usatela che è fenomenale e la differenza si vede e si sente.

Scopri quale tipo di pentola utilizzare per cucinare

Buon appetito!

Nessun commento :

Posta un commento