sabato 26 dicembre 2015

Come aprire le ostriche?

Come aprire le ostriche?
Le OSTRICHE (molluschi bivalvi) sono frutti di mare molto prelibati e tra i più costosi in commercio, a seconda della specie che acquistiamo e della loro provenienza o se sono d'allevamento o pescate in mare, il prezzo varia sensibilmente. Vengono consumate solitamente crude con una spruzzata di limone ma possono essere anche cotte (gratinate o fritte). 
ostriche
Quando acquistiamo le ostriche fresche in pescheria, le troviamo in dei cestini di legno leggero, e per aprire questi coriacei molluschi ci vuole un pò di tecnica e un pò di pratica, perchè le valve sono molto serrate e l'attaccatura tra loro è difficile da individuare.
metodo-aprire-ostriche
Per aprire le ostriche esiste un coltello specifico, a lama corta e abbastanza doppio. Ma non è necessario averlo a tutti i costi, chiaramente se siete consumatori assidui conviene acquistarne uno, altrimenti basta cercare in casa un coltello, che si avvicini il più possibile alle caratteristiche sopracitate (per esempio quello per il parmigiano)./div>
aprire le ostriche con il coltello


Per molti è un gioco da ragazzi aprire questi molluschi, ma può essere davvero pericoloso se fatto nella maniera sbagliata. Quindi vanno seguite alcune regole per non farsi male.


La primissima operazione è quella di verificare se le ostriche sono fresche, in caso contrario evitate di mangiarle perchè possono fare molto male:


1 - se l'ostrica è aperta è molto probabile che sia morta, per verificare battere leggermente il guscio, se si chiude l'ostrica è viva e si può consumare, in caso contrario meglio evitare.

2 - le ostriche fresche hanno un'odore di mare gradevole, se al contrario puzzano di pesce o comunque hanno un cattivo odore significa che non sono fresche. Anche in questo caso evitate di mangiarle.

3 - più l'ostrica è piena d'acqua di mare, più è fresca, perchè colta da poco tempo. Diversamente meno acqua al suo interno significa che l'acqua si è asciugata indice che il frutto è stato raccolto da diverso tempo.

Ecco un metodo efficace e semplice per aprire le ostriche:
1 - sciacquare le ostriche ancora chiuse sotto l'acqua corrente così da eliminare eventuali residui con una spazzola
guanto-metallico-per-ostriche
2 - prendere un canovaccio o un guanto da forno (anche in questo caso esiste in commercio un guanto metallico apposta per questo tipo di lavoro) perchè il guscio dell'ostrica è tagliente
aprire-ostriche-facilmente
3 - poggiare l'ostrica su di un tagliere dalla parte più panciuta, e con una mano (con l'aiuto del canovaccio) bloccarla con la cerniera in alto verso il coltello
aprire-ostriche-velocemente
4 - mantenere saldamente l'ostrica e inserire la lama nella cerniera tra le due valve, e far leva fino a quando il guscio si apre in due
coltello-ostriche
5 - a questo punto prendere l'ostrica in mano e con delicatezza con il coltello girare intorno fino a far staccare completamente la metà superiore del guscio
ostrica-aperta
6 - fare attenzione a non far cadere l'acqua al suo interno perchè è buonissima, ma soprattutto non far finire all'interno dell'ostrica sabbia o parti del guscio ( da questo particolare si vede un bravo ostricaro) risulta antipatico mangiare qualcosa con all'interno pezzi di conchiglia o granelli di sabbia.
mollusco-bivalve-ostrica
7 - con il coltello spingere delicatamente all'interno il frutto (muscolo)
ostriche-fresche
8 - posizionare il guscio con il frutto su di un piatto riempito di ghiaccio, perchè l'ostrica cruda va consumata fredda.

9 - A questo punto si può mangiare l'ostrica, o in purezza (che io consiglio vivamente), o con tabasco, salsa all'aceto o semplicemente con una spruzzata di succo di limone accompagnata da champagne fresco, ma va benissimo anche del vino bianco freddo.


Buon appetito!


Qui di seguito un video tutorial per aprire le ostriche:

Nessun commento :

Posta un commento